A che ora avvengono i furti?

Scopriamo insieme quali sono le fasce orarie più gettonate dai ladri, i giorni della settimana col più alto numero di furti e i periodi dell’anno maggiormente a rischio.

0

1 italiano su 2 dichiara di aver subito un furto. Questi i dati della ricerca Sondea effettuata in collaborazione con Verisure. Ma quando avvengono i furti? Mattina, pomeriggio, sera o notte?
Quali sono i giorni della settimana e i mesi più colpiti e soprattutto quali sono le abitazioni e attività commerciali maggiormente presi di mira dai ladri?
Conoscere queste informazioni è utile per prevenire i furti e le rapine e non farsi trovare impreparati.

Boom di furti tra le 18 e le 22 e in tarda notte
I ladri non colpiscono solo a notte fonda, infatti i valori cominciano a crescere nel tardo pomeriggio, dalle 18 in poi, con picchi fino al 7% tra le 20 e le 22. Secondo la ricerca del centro studi Transcrime nella città di Milano vengono perlopiù commessi tra le 18 e le 21. Quindi il rischio è che i ladri possano entrare proprio mentre ci si trova in casa, magari a orario di cena . Il 70% degli italiani, sempre secondo Sondea, percepisce questa paura come la principale in caso di intrusione.
In questo caso esistono alcuni accorgimenti utili per vivere al sicuro e tranquilli:
• Affidarsi ad un sistema di allarme che abbia anche un tasto SOS in caso di emergenza con un collegamento diretto ad una Centrale Operativa in grado di gestire la situazione nel minor tempo possibile. Avere un professionista al “tuo fianco” è fondamentale perché, oltre ad inviare i soccorsi, sa come tranquillizzarti e consigliarti cosa fare.
• Avere una centrale di allarme con interfono per poter comunicare con le Guardie Giurate. Verisure offre un Pannello di controllo con tecnologia parla e ascolta. Cosa significa? Il pannello possiede un interfono che permette di mettersi in ascolto, anche silenzioso, per capire cosa accade e un microfono ad alta sensibilità per comunicare con la Centrale Operativa.
• Avere delle barriere antifurto come allarmi perimetrali e sensori per porte e finestre che rilevano immediatamente l’intruso prima che entri in casa.

Dicembre, i ponti e le vacanze estive i periodi a rischio furti e rapine
Le vacanze si avvicinano e le intrusioni aumentano. Secondo i dati della Centrale Operativa Verisure la quota più alta di furti si registra nel periodo di Natale e Capodanno con un incremento di furti verificati dalla Centrale Operativa di circa 7 punti percentuali rispetto alla media annua.
Di solito in questi periodi la casa rimane vuota perché si va fuori per le vacanze.
Oltre ai consueti consigli di sicurezza, come fare attenzione a non condividere i propri spostamenti sui social, a chiudere bene le porte e le finestre, a dare l’impressione che la casa non sia disabitata è utile anche:
• Avere dei cartelli dissuasori che segnalino la presenza di un sistema di allarme ma soprattutto un antifurto con registrazione di immagini e collegamento con Centrale Operativa. Il ladro ha paura di essere identificato.
• Avere un’app per controllare da remoto l’antifurto, attivarlo e disattivarlo e richiedere immagini o video per vedere cosa sta accadendo in casa quando sei fuori. Il tuo smarthpone o tablet sarà in collegamento diretto con la tua casa o attività commerciale.

Ville, attici e negozi di abbigliamento i più colpiti dai ladri
Dall’indagine Sondea tra le tipologie di abitazioni maggiormente soggette a furti, primeggiano gli attici dove avvengono furti nel 53% dei casi, seguiti dalle ville indipendenti (50%) e dagli appartamenti al pian terreno (44%).
Per quanto riguarda il business i negozi di abbigliamento, fast fashion, la grande distribuzione organizzata, le calzature e accessori sono le attività dove si registrano il maggior numero di furti sono
In questi casi avere un servizio di videosorveglianza e telecamere di sicurezza è la soluzione più adatta per stare tranquilli anche sul proprio posto di lavoro.

0