Allarme Verisure: l’opinione di un cliente

Scopri cosa pensa la signora Agnese dell’allarme Verisure

La mia famiglia possiede da quarant’ anni, in un complesso condominiale, un villino con giardino, in cui ho fatto istallare a fine settembre 2014 l’allarme Verisure.

Mai in tutti questi anni avevamo subito furti o danneggiamenti ed io sono sempre stata tranquilla.

Il traffico di persone, però, negli ultimi tempi è molto mutato e la mia casa che prima era in una posizione riservata ora è più esposta.

Avevo già installato l’allarme Verisure nella mia residenza abituale e ho pensato di farlo mettere anche in questa seconda casa, alla quale tengo molto perché piena di ricordi.

Non mi sbagliavo, infatti il 17 ottobre un addetto della Verisure mi ha segnalato telefonicamente la presenza di un uomo con una torcia all’interno del giardino, il quale “fleshato” dal sensore perimetrale esterno si è prontamente allontanato.

Il 22 ottobre, invece, la Verisure mi ha informata telefonicamente in tempo reale di una violazione di domicilio, probabilmente da parte della stessa persona che il 17 aveva fatto il sopralluogo.

La Verisure mi ha anche comunicato immediatamente che i componenti dell’allarme interno erano stati asportati e che avrei potuto trovarli a terra.

Da questo momento si è mossa la macchina dell’intervento: sono stati avvisati i carabinieri che sono prontamente giunti sul posto, è stata inviata la guardia giurata che con il mio consenso ad una certa ora, dopo che i carabinieri erano andati via, ha chiuso la manovra serale.

La mattina successiva mi sono recata sul posto e con l’aiuto telefonico degli addetti della Verisure dall’esterno della casa ho potuto constatare che una delle finestre del piano di sopra era aperta.

La Verisure mi ha consigliato di non entrare nella casa, ma di rivolgermi ai carabinieri, che sono prontamente venuti con me a fare il sopralluogo all’interno del villino.

Insieme ai carabinieri, con mio grande sollievo, ho potuto constatare che l’interno della casa era integro e che, come mi era stato detto, i due sensori interni più il quadro di comando e comunicazione dell’allarme Verisure, da poco installato, erano stati asportati.

Mi sono quindi recata nella sede dei carabinieri ed ho fatto la denuncia formale. Ho anche comunicato che la Verisure offre anche il servizio di trasferimento delle immagini e che i ladri erano stati fotografati.

Recentemente ho potuto vedere alcuni fotogrammi inviati.

Alle ore 16,00, poi, è arrivato l’addetto per il ripristino dell’impianto d’allarme interno al villino.

Ringrazio la Verisure per l’intervento e per la presenza costante che mi ha molto confortata in un momento per me difficile. Ringrazio anche i carabinieri per la loro competenza e gentilezza. A. S.