Antifurto: cosa fare in caso di animali in casa?

Lo sapevi che in commercio esistono dei sensori di movimento in grado di distinguere un animale da un essere umano? Leggi l’articolo e scopri di più.

Hai bisogno di un allarme? Calcola ora il tuo preventivo gratuito

antifurto casa e animali domestici come possono convivere?

Se pensi che un antifurto e i tuoi animali domestici non vadano molto d’accordo, in parte hai ragione. I falsi allarmi, infatti, rischiano di essere all’ordine del giorno. Al solo passaggio di un gatto o un cane i sensori potrebbero scattare, perché non sono in grado di distinguere se si tratti di un’intrusione o meno. Tuttavia, l’innovazione tecnologica degli ultimi anni ha permesso di risolvere il problema: è sufficiente saper scegliere il sistema di allarme casa più adatto ed efficace.

Sensori pet friendly: come sceglierli

Esistono in commercio diverse tipologie di sensori volumetrici in grado di distinguere un animale da una presenza umana. In questo modo non dovrai rinunciare a proteggere la tua casa nel migliore dei modi. +

I sensori di movimento pet-friendly sono caratterizzati da una tecnologia che permette di misurare peso e massa e, rilevare il movimento e la temperatura corporea umana.

In questo modo riescono ad evitare i falsi allarmi causati dal passaggio di animali. Oltre ai fotovolumetrici per interno, anche gli antifurti perimetrali devono essere tarati per evitare che scatti l’antifurto senza un evento reale.

Il nuovo antifurto perimetrale Verisure dispone di un doppio sensore di movimento a infrarossi e rilevazione a 90 gradi che lo rendono un prodotto preciso, in grado di ridurre sensibilmente i falsi allarmi. Lo scatto d’allarme avviene quando i due sensori rilevano contemporaneamente la presenza sospetta, quindi distingue un piccolo animale da una persona.

Installazione dell’antifurto a prova di animali domestici

Il posizionamento dei sensori è molto importante in queste situazioni. Per questo ti consigliamo di rivolgerti ad esperti certificati in grado di valutare al meglio l’installazione dei dispositivi.
I sensori vanno installati ad una buona altezza per evitare che gatti o cani di grande taglia possano creare problemi o danni. L’orientamento e l’angolo di copertura, inoltre, devono essere tarati al meglio per evitare falsi allarmi.

Un’altra soluzione molto valida è installare un impianto di videosorveglianza con telecamere in grado di identificare cosa sta accadendo nella tua casa.

Se il tuo allarme è di ultima generazione sarà sicuramente collegato ad un’App: in questo modo potrai vedere i video direttamente dal tuo smartphone e controllare se il tuo animale sta bene, anche quando sei fuori casa.

Un valore aggiunto per essere ancora più tranquillo è acquistare un sistema di allarme collegato ad una Centrale Operativa h24. In questi casi una Guardia Giurata specializzata, nel momento in cui scatta il sensore, sarà in grado di verificare in tempo reale cosa ha causato l’allarme; in seguito potrà disattivare l’antifurto, se verifica che è stato il tuo animale.

Ultimo consiglio è quello di scegliere un impianto che preveda delle modalità differenti di gestione dei sensori: in questo modo potrai scegliere quali sensori attivare o disattivare in base alle tue esigenze e abitudini del tuo animale.
Potrai impostare modalità parziali, totali, perimetrali e dire addio ai falsi allarmi.

Hai bisogno di un allarme? Calcola ora il tuo preventivo gratuito