Black Friday e Cyber Monday: attenzione ai furti

Il Black Friday e il Cyber Monday sono finalmente arrivati ma attenzione al rischio di taccheggio e ai furti di dati nello shopping online.

E’ iniziata la corsa alle offerte del Black Friday, ma attenzione c’è un forte rischio di furti. 

Il cybercrime è diventato un vero e proprio problema e durante questi giorni sono sempre di più gli attacchi di trojan e malware che hanno come obiettivo quello di rubare credenziali, carte di credito, numeri di telefono. 

Il pericolo è anche per i commercianti perché, in vista dei regali di Natale, le persone prendono letteralmente d’assalto negozi e centri commerciali. 

Secondo Uecoop, oltre 5 milioni di italiani andranno in giro per comprare differenti tipologie di prodotti: 7 italiani su 10 opteranno per la tecnologia, viaggi, prodotti per la casa e molto altro.  

Il Black Friday e il Cyber Monday non fanno altro che aumentare il rischio di taccheggio, una problematica già riscontrata in tutti i periodi dell’anno. 

In Italia, infatti, secondo la ricerca di TechCrime sul retail i furti nei negozi causano una perdita di 2,3 miliardi di euro all’anno. 

I commercianti in vista di questi “giorni caldi” devono essere previdenti e potenziare i servizi di sicurezza e vigilanza. 

Furto di dati: allarme furto nei negozi online

Sono oltre 9,2 milioni gli attacchi di malware rilevati nel terzo semestre del 2018. 

Molti siti di e-commerce sono vittime di questi attacchi, soprattutto quelli di abbigliamento, giocattoli e grandi catene. 

Come proteggersi? 

  1. Non scegliere antivirus troppo economici o gratuiti, assicurati che siano una valida protezione per il tuo pc. Un buon sistema di protezione deve riconoscere i virus, i siti infetti o le mail di phishing. E’ importante utilizzare un buon antivirus anche su smarthphone e tablet.
  2. Attenzione alla mail sospette, molti ladri, invogliano le persone a cliccare su link con offerte allettanti oppure si rimanda a finti siti nei quali credi di acquistare dei prodotti. 
  3. L’ultima tendenza è quella di utilizzare annunci finti che rimandano a siti che somigliano ai più  gettonati, come Amazon, per rubare le credenziali.  
  4. Inoltre in occasioni come queste i cyber criminali prendono di mira siti di negozianti, minacciandoli di hackeraggio chiedono un riscatto. 
  5. In questo caso è opportuno rivolgersi ad esperti di sicurezza per garantire una protezione totale del proprio sito.