Come difendersi dai furti in casa: il decalogo della Polizia di Stato

I consigli della Polizia di Stato possono aiutarci a proteggere i nostri beni e a prendere le giuste accortezze quando non siamo in casa: ecco come comportarsi

Difendersi dai furti è possibile se si prendono le giuste accortezze. Le probabilità di essere derubati aumentano in modo esponenziale quando non siamo in casa: i ladri prima di introdursi nelle nostre abitazioni studiano le nostre abitudini, nella maggior parte dei casi quindi sanno perfettamente quando i nostri beni sono incustoditi.

Sicurezza passiva

Il primo consiglio della Polizia di Stato quando non siamo in casa e, in misura maggiore, quando ci assentiamo per lunghi periodi durante le vacanze, è quello di ricorrere a porta blindata e chiave a mappa europea. Anche un sistema di allarme è auspicabile per scoraggiare le intrusioni da parte di estranei.

Norme di comportamento

I comportamenti migliori che possiamo adottare possono sembrare scontati, eppure la maggior parte dei furti in appartamento sono spesso dovuti alle disattenzioni dei proprietari.
Ecco allora che tra i primi consigli elargiti dalla Polizia di Stato c’è quello di non aprire mai al citofono o al cancello o alla porta di ingresso a persone sconosciute.

Evitiamo poi di prestare attenzione a chi si finge un nostro conoscente e che magari tra una chiacchiera e l’altra si dimostra ben lieto di aiutarci a portare la spesa a casa. A cadere vittima di questo tranello sono soprattutto gli anziani, le prede preferite dei malviventi.

LEGGI ANCHE: Furti in casa, aumentano gli anziani derubati: le tecniche più usate

Non riveliamo mai per quanto tempo staremo via da casa e cerchiamo di non nascondere denaro e gioielli nei posti più visitati dai ladri: cassetti, armadi, dentro i quadri, tra i libri o dentro i vasi.

Per non attirare l’attenzione, chiediamo a un vicino fidato di ritirare la posta dalla cassetta così come la pubblicità che se accumulata può aiutare i ladri a capire che non siamo in casa. Per lo stesso motivo, ricordiamoci di fare attenzione alla posizione dello zerbino dopo le pulizie del piano, se resta per lungo tempo fuori posto diventa un sicuro segnale della nostra assenza.

In caso vi accorgiate che qualcuno sia entrato in casa o percepite che la sicurezza della vostra casa, dei vostri beni e della vostra famiglia è in pericolo, non esitate a contattare la Polizia di Stato.