Come proteggere una casa isolata

Le villette rappresentano la tipologia di casa preferita dai ladri: ben 1 italiano su 2 ha subito un furto in villa nel 2018! Scopri qui come proteggerti.

0

1 italiano su 2 ha subìto un furto nella propria villa nel 2018. Questi i dati della ricerca sulla sicurezza realizzata dall’istituto Sondea.

Le ville sono alcuni tra gli obiettivi preferiti dai ladri. Sono spesso case isolate lontane da centri abitati e situate in strade poco illuminate. Le villette hanno maggiori punti vulnerabili e vie d’accesso (balconi, giardino, piscina) e diventano un bersaglio allettante per i ladri.

I ladri scelgono queste abitazioni anche perché credono di trovare un “bottino” più ricco. Inoltre prediligono quelle grandi a due piani, dove possono muoversi e nascondersi facilmente.

Ecco alcuni consigli utili per evitare di subire furti se si vive in una casa isolata:

  • Installare sensori perimetrali per proteggere le aree di ingresso della tua villa.
  • Affidarsi ad un sistema di allarme con gsm integrata in grado di comunicare con una Centrale Operativa. Spesso la sirena non basta perché non essendoci vicini o abitazioni antistanti, nessuno sente l’allarme e avvisa i soccorsi.
  • Scaricare un’app per antifurto per monitorare la tua villa a distanza. In alcuni casi le villette sono seconde abitazioni utilizzate solo per le vacanze. Quindi la necessità di un controllo da cellulare è fondamentale.
  • Valutare l’ipotesi di combinare un antifurto con un sistema di videosorveglianza per garantire una maggiore copertura e sicurezza.
  • Utilizzare cartelli che avvisino potenziali ladri che nella villa c’è un sistema di allarme, preferibilmente con registrazioni di immagini. Una delle maggiori paure che hanno gli intrusi è proprio quella di essere identificati.

Studio di sicurezza e sopralluogo
Un’abitazione di questo tipo ha un elevato rischio di furti perché ci sono più ingressi e spazi esterni rispetto ad una normale casa. Una villetta può avere un giardino, una piscina, un garage e più di un balcone.
Per questa ragione va fatto uno studio accurato di tutti i punti critici: numero di accessi, finestre, superfice da proteggere, quali e quanti dispositivi occorrono per garantire la massima sicurezza.
La valutazione non si limita solo alla villa ma anche alla zona dove è situata. Attraverso un sopralluogo si possono capire quanti furti ci sono stati nei paraggi, quanto è distante la casa da un centro abitato, quanto è illuminata la strada e la zona circostante.
Acquistare allarmi fai da te senza un’analisi dettagliata è un grosso rischio.
Consultare esperti del settore e rivolgersi ad aziende con una esperienza alla spalle ti farà sentire protetto a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Protezione esterna e collegamento alla centrale operativa
La miglior protezione per una villa è un sistema di allarme dotato di sensori perimetrali in grado di monitorare e rilevare la presenza di ladri direttamente dal perimetro dell’abitazione.
I perimetrali più innovativi sul mercato sono quelli a doppia tecnologia che combinano infrarossi e raggi microonde. La tecnologia ad infrarossi rileva le brusche variazioni di temperatura e le microonde attraverso onde elettromagnetiche riescono a rilevare il movimento.
L’installazione dei sensori esterni deve essere fatta da professionisti in grado di posizionare il perimetrale in modo che il raggio di azione della fotocamera copra perfettamente gli ingressi della villa.
Una buona protezione esterna della tua villa non basta per essere al sicuro. Per questo ti consigliamo di installare altri dispositivi come sensori per apertura di porte e finestre, sensori di movimento interni ma soprattutto scegliere un sistema collegato ad una Centrale Operativa.
I vantaggi del collegamento alla Centrale sono:
•    Telesorveglianza di Guardie Giurate H24 per tutto l’anno
•    Risposta agli scatti di allarme nel più breve tempo possibile
•    Verifica di cosa accade nella casa
•    Riduzione dei falsi allarmi
•    Invio dei soccorsi

0