Furti in appartamento: 5 metodi usati dai ladri per rubare in casa nostra

Conoscere i metodi preferiti dai malviventi per derubarci può aiutarci a prendere delle valide e tempestive contromisure

0

Chiunque in casa è pieno di oggetti di valore. Non hai mai subito un furto? Questo non vuol dire che tu non debba prendere precauzioni. I ladri, del resto, quando sono a lavoro non fanno alcuna distinzione: ogni appartamento, ogni villa, ogni monolocale potrebbe essere quello giusto.

Ma quali sono i metodi più adottati per rubare in casa? Vediamoli assieme.

1. Entrare dall’ingresso principale e dalle finestre

Quante volte, entrando o uscendo di casa, hai dimenticato di chiudere per bene la porta? Si stima che il 76% dei furti casalinghi avvengano proprio per questa ragione, quindi è decisamente il caso si non trascurare nulla. Tutto quello che è valido per le porte, lo è tra l’altro per le finestre.

2. Lockpicking e Key bumping

Queste due parole inglesi, con buona probabilità, non ti diranno niente, eppure sono due tecniche molto usate dai ladri per entrare in casa. Il lockpicking altro non è che l’apertura delle serrature tramite l’utilizzo di graffette. Nonostante sia un metodo piuttosto complesso da padroneggiare, se il ladro è abbastanza abile, può aprire la porta senza lasciare alcun segno di effrazione.

Il key bumping, invece, è qualcosa di molto più comune. Ti stai chiedendo in cosa consista? Bene, sappi che ogni marca e tipologia di serratura col cilindro europeo ha una sua bumping key, una chiave che, una volta inserita nel cilindro, riesce ad aprire ogni porta di un determinato tipo. Serve solo un piccolo martello ed il gioco è fatto. Questo metodo, oltre che ingegnoso, è anche efficace e, come il lockpicking, non lascia segni.

3. Scassinare le serrature

Anche quando trovano la porta di casa ben chiusa, i ladri talvolta riescono ad entrare scassinandola. Il tutto diviene ancora più semplice se i serramenti non sono solidi. Ricorda quindi che è a dir poco fondamentale avere una porta robusta e resistente, per tenere i malintenzionati lontani da casa.

4. L’inganno

Ebbene sì, potresti essere tu stesso ad aprire le porte al malvivente di turno. Questo perché i ladri possono fingersi persone che non sono. Un esempio? I tecnici del gas, piuttosto che quelli della luce o, ancora, potrebbero dirti di essere il postino. Insomma, qui vale decisamente la buona e vecchia regola del “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”.

5. Il gas narcotico

Ebbene sì, non è una finzione tipica dei film di Hollywood. Anche in Italia si è assistito a un aumento vertiginoso dell’utilizzo da parte dei ladri di gas narcotico, per stordire i proprietari di casa. Difendersi da questa pratica è quasi impossibile perché, una volta in circolazione, il gas fa effetto quasi subito. Ti risveglierai il giorno seguente stordito e ti accorgerai immediatamente che gli artisti del furto ti hanno portato via tutto.

Avrai quindi capito che i ladri oltre ad essere mossi da brutte intenzioni, sono anche aiutati da un’astuzia fuori dal comune. Cerca di non cadere mai in uno di questi errori e proteggi sempre la tua casa, se non vuoi essere anche tu una delle tante vittime di furti.

0