I furti più incredibili della storia

Furti leggendari, compiuti con destrezza, in apparenza impossibili, bizzarri o traumatici per chi li ha subiti. Eccone alcuni

Alcuni furti sono entrati di diritto nella categoria dei più memorabili che si siano mai verificati. In quest’articolo vi illustriamo quelli che sono rimbalzati per giorni e giorni sui titoli di giornale, per le modalità in cui sono avvenuti, per il tipo di refurtiva o per le conseguenze tragiche che hanno innescato.

LE OPERE DI GALILEO GALILEI E COPERNICO

Per tutti è stato un furto da Mission Impossibile. Luogo del furto un deposito a Londra in cui erano custoditi temporaneamente rarissimi capolavori letterari. Protagonisti della vicenda ladri acrobati professionisti capaci di aprire un buco nel lucernario, restare sospesi nel vuoto calandosi per 20 metri con funi di acciaio e oltrepassare i raggi laser presenti. Il bottino portato a casa vale circa 2 milioni e mezzo di euro.

Tra le opere sottratte una copia del 1566 di De Revolutionibus orbium coelestium di Copernico e poi opere preziose di Galileo Galilei, tragedie di Euripide e edizioni del sedicesimo secolo della Divina Commedia di Dante Alighieri.

103 MILIONI DI EURO DI GIOIELLI IN VALIGETTA

È stato definito uno dei furti più grossi mai messi al punto nel mondo. Luogo del furto il Carlos Hotel di Cannes, lo stesso albergo in cui il celebre regista Alfred Hitchock girò il film “Caccia al ladro”, e nella cui hall a luglio 2013 veniva ospitata una mostra di gioielli.

Protagonista della vicenda un uomo paragonato al galante Arsenio Lupin: ha impugnato un’arma ed è riuscito a mettere via nella sua valigetta preziosi per un valore complessivo di 103 milioni di euro.

LE SALME DI CHARLIE CHAPLIN E MIKE BONGIORNO

“Non pago perché Charlie l’avrebbe ritenuto ridicolo”. Con queste parole la vedova di uno dei più famosi attori della storia del cinema commentava la richiesta di riscatto della salma di 400mila dollari. Il corpo venne ritrovato 11 settimane più tardi.

Soltanto 11 mesi dopo fu invece ritrovata salma del celebre conduttore Mike Bongiorno, trafugata a gennaio 2011 e il cui caso rimbalzò per mesi in TV e negli articoli di giornale, provocando uno sdegno generalizzato. La bara e la salma trafugate vennero poi rinvenute per caso dopo mesi estenuanti di ricerche vicino un canale a Vittuone, paesino in provincia di Milano.

L’INCIDENTE DI GOIÂNIA

È considerato il peggiore incidente nucleare della storia. A Goiana, in Brasile, nel 1987 viene rubato un apparecchio radioattivo in un ospedale abbandonato frequentato da cercatori di rottami. All’interno dell’apparecchio era presente un nucleo di Cesio 137, la stessa sostanza sprigionatisi dopo l’esplosione di Chernobyl. Diverse persone ne vennero in possesso senza conoscerne la pericolosità.

L’epilogo della vicenda fu disastroso: 249 persone rimasero contaminate, altre migliaia furono sottoposte a controlli, 20 persone mostrarono segni di sindrome acuta da avvelenamento da radiazioni sulla pelle, 4 persone morirono.