La centrale allarme: il cervello dell’antifurto

Il fulcro del sistema di sicurezza è la centrale allarme: scopri cos’è e come scegliere quella che garantisce la maggior protezione della tua casa o del tuo business.

1
Pannello di controllo dell’antifurto Verisure installato in un

Il fulcro di un sistema di sicurezza è la centrale allarme, ovvero un pannello di controllo che gestisce l’impianto e comunica con tutti i dispositivi. Per questa ragione è sicuramente la componente più importante e svolge svariate funzioni: attivazione/disattivazione dell’allarme, impostazione delle modalità dell’antifurto, controllo da remoto ed eventuali collegamenti con Forze dell’ordine, istituti di vigilanza o Centrale Operativa.

Se decidi di proteggere la tua casa è necessario per prima cosa valutare il rapporto qualità/prezzo del pannello di controllo. Esistono varie tipologie di pannelli: centraline allarme wifi, filari, con combinatore telefonico o collegate direttamente ad una Centrale Operativa.

La Centrale allarme con combinatore gsm

Molti sistemi hanno un combinatore telefonico o GSM integrato.

Il combinatore telefonico inizia ad inoltrare chiamate automatiche nel momento in cui il pannello di controllo o altri dispositivi del sistema rilevano un’intrusione.

Si possono impostare i contatti di riferimento in fase di installazione, tra cui anche il numero delle Forze dell’Ordine.

Il semplice combinatore telefonico sfrutta la linea telefonica tradizionale quindi se il ladro taglia i fili il servizio viene disattivato.

Per questa ragione conviene affidarsi ad una centrale allarme con combinatore gsm che utilizza una carta sim integrata e non si appoggia ad una linea telefonica fissa.

Ma quali sono gli svantaggi di utilizzare un semplice combinatore telefonico?

  • Le chiamate partono anche se si tratta di un falso allarme

Nel momento in cui scatta l’antifurto il combinatore inizia subito a chiamare i contatti, ma se si tratta di un falso allarme? Immagina la preoccupazione per le persone che ricevono la chiamata, magari nel cuore della notte. Inoltre se c’è il collegamento automatico con le Forze dell’Ordine queste verranno allertate inutilmente. In quest’ultimo caso il rischio maggiore è quello di incorrere nella denuncia per procurato allarme. Può capitare infatti un mal funzionamento dell’apparecchiatura o una disattenzione che rischia di far scattare l’impianto.

  • La gestione dello scatto è meno rapida ed efficiente

Cosa accade se nessuno risponde alle chiamate? Si rischia di non intervenire in tempo, per questo il collegamento ad una Centrale Operativa con Guardie Giurate permette un controllo in tempo reale e una risposta h24.

  • Nessuna verifica per immagini di quello che accade

Il segnale di allarme scatta e invia le chiamate, ma come si riesce a controllare cosa sta accadendo realmente?

Per capire come agire a volte non basta vedere quello che succede grazie ad un’app collegata al sistema. Purtroppo non siamo tutti professionisti della sicurezza e il rischio è alto. Per questo è fondamentale avere un collegamento con esperti del settore in grado di verificare in diretta la situazione, il grado di pericolo e avvisare chi di dovere.

Il pannello di controllo collegato ad una centrale operativa

Esistono pannelli di controllo molto tecnologici direttamente collegati ad una Centrale Operativa, questi sistemi garantiscono altissimi livelli di sicurezza.

Verisure offre un sistema di allarme collegato h24 per 365 giorni l’anno alla Centrale Operativa.

In questo caso non c’è bisogno di un combinatore telefonico perché se scatta l’allarme c’è sempre una Guardia Giurata esperta in grado di rispondere e verificare cosa accade in tempo reale.

In caso di falso allarme viene direttamente disattivato il sistema e si evita di avvisare le Forze dell’Ordine.

Cosa accade se scatta il segnale di intrusione?

Il pannello di Controllo comunica direttamente con la Centrale e invia le foto scattate dai dispositivi del sistema, ad esempio sensori perimetrale o sensori di movimento.

Le Guardie Giurate Verisure rispondono in meno di 60’’ e verificano cosa accade, in caso di pericolo, avvisano le Forze dell’Ordine.

Inoltre il pannello di controllo Verisure ha un interfono e un microfono ad alta sensibilità che permette di attivare l’opzione parla e ascolta.

Per esempio se qualcuno si sente male basta spingere il tasto s.o.s. per chiamare la Centrale e chiedere aiuto.

Nelle attività commerciali questo tipo di tecnologia è fondamentale. Mettiamo il caso che sia in corso una rapina la Centrale Operativa Verisure si mette in ascolto silenzioso tramite il pannello di controllo per valutare la situazione e inviare le Forze dell’Ordine.

1