L’allarme Verisure è collegato direttamente con la Centrale Operativa?

Molte persone si pongono la stessa domanda nel momento di installare un sistema d’allarme. Oggi…

Molte persone si pongono la stessa domanda nel momento di installare un sistema d’allarme. Oggi cerchiamo di risolvere tutti i vostri dubbi.

Molte volte l’antifurto può essere collegato alle forze dell’ordine con un combinatore telefonico, che invia un segnale d’allarme alla centrale di polizia o dei carabinieri con messaggio preregistrato con l’indirizzo della persona registrata. Se l’antifurto è collegato semplicemente con la linea telefonica puó essere facilmente sabotabile. Per poter installare questo tipo di allarme le Forze dell’Ordine richiedono un certificato che attesti che l’impianto è a norma e la dichiarazione di presa di coscienza che “a causa di falsi allarmi dovuti a cattivo funzionamento dell’apparecchiatura ovvero a propria negligenza, potrà incorrere nella denuncia per procurato allarme, ai sensi dell’art. 658 del Codice Penale” (http://img.poliziadistato.it)

Immaginatevi la quantità di segnali d’allarme che si possono produrre in Italia tutti i giorni. La maggior parte può dipendere dal fatto che molti clienti si dimenticano di disattivare l’antifurto prima di entrare o da altre disattenzioni di questo genere. Se la polizia dovesse intervenire ogni volta che si lancia un segnale d’allarme, gli agenti perderebbe molto tempo per verificare la veridicità dell’allarme.

In Verisure la tua sicurezza e quella dei tuoi cari è la nostra priorità. Per questo abbiamo creato un sistema di verifica di falsi allarmi all’avanguardia, grazie al quale, in caso d’allarme in una casa o in un’azienda, in soli 33 secondi possiamo verificare che si tratti di un vero allarme e contattare le forze giurate.

Quando riceviamo un segnale d’allarme, dalla Centrale Operativa agiamo in questo modo:

Attraverso un intercomunicatore (che si attiva solo quando scatta l’allarme) possiamo ascoltare e parlare con le persone che si trovino in casa o in azienda in quel momento, per sapere cosa possa aver provocato l’allarme.

Allo stesso tempo i sensori Verisure scattano una serie di immagini (anche al buio grazie al flash incorporato). Le immagini arrivano alla Centrale Operativa h24, dove i nostri esperti le analizzano per rivelare un intruso. Le foto vengono salvate per poi essere messe a disposizione della polizia o della vostra compagnia assicuratrice.

Realizziamo tutte queste azioni in meno di 33 secondi dal momento in cui si lancia l’allarme.