Processo di gestione di un furto: come avviene?

Quando si verifica un furto in abitazione o in negozio ti chiedi cosa accade dopo che scatta l’allarme? Scoprilo subito nel nostro articolo!

3
Casa in disordine dopo un furto

Un italiano su due sceglie di proteggersi con misure di sicurezza privata, questi i dati del Censis del 2018.
Se possiedi un sistema di allarme e si verifica un tentativo di intrusione, un furto o un’emergenza, quali sono le procedure che si attivano?
Il processo di gestione di un furto dipende da due fattori:

Calcola un preventivo per il tuo Allarme
  • Dalla tipologia di antifurto installato: se si tratta di un sistema tradizionale con sirena, di un allarme collegato ad un’App o direttamente alle Forze dell’Ordine oppure di un impianto di sicurezza di ultima generazione connesso ad una Centrale Operativa;
  • Dall’evento che sta avvenendo. Si attivano differenti processi a seconda che si verifichi una rapina o un furto oppure che si tratti di un falso allarme.

Furto in abitazione: cosa accade quando scatta l’allarme?

Dall’analisi dell’Unione Europea delle Cooperative, avvengono più di 200 mila furti in casa in un anno.
Per sentirsi al sicuro, molte persone, oltre a porte blindate e grate, scelgono di affidarsi ai sistemi di allarme.
Gli allarmi tradizionali hanno una sirena che scatta quando rileva un’intrusione. Il vantaggio è il costo veramente ridotto, lo svantaggio è che suona anche se si tratta di falsi allarmi. Per esempio, potrebbe scattare se hai dimenticato di disattivare l’antifurto oppure nel caso in cui scatti la corrente. In questo modo, si rischia di disturbare inutilmente il vicinato e ci si prende un grosso spavento.
Esistono anche sistemi di allarme con combinatori telefonici che avvisano le Forze dell’Ordine o altri contatti (vicini, amici) in caso di furto in casa. Il vantaggio è quello di non preoccuparsi di avvisare i soccorsi perché la chiamata parte in automatico. Il rischio in queste situazioni è sempre l’effetto “al lupo al lupo”, ovvero i falsi allarmi, perché non c’è una verifica immediata direttamente in casa.
Gli allarmi wireless hanno una connessione ad un’App: puoi verificare cosa accade nel tuo negozio, nella tua casa e ricevere delle notifiche sul tuo cellulare, dovunque ti trovi. I vantaggi sono la comodità e la facilità di installazione. I punti di debolezza sono la tempestività e l’efficienza dell’antifurto per questo è sempre meglio avere un team di professionisti in grado di gestire l’evento seguendo dei protocolli stabiliti.
I sistemi di allarme con la connessione alla Centrale Operativa h24 permettono una verifica di tutti gli scatti di allarme ed emergenza. Le Guardie Giurate ricevono i segnali e per ogni situazione applicano una procedura differente. Questo servizio unito ad una tecnologia avanzata evita i falsi allarmi e garantisce una protezione h24.

Furto o rapina in negozio: scopri come proteggerti

I segnali di rapina o di furto in un’attività commerciale hanno la priorità.
Il pulsante antirapina Verisure offre un servizio di altissimo livello con un intervento immediato e una verifica h24. Non appena arriva l’allarme, viene attivato un segnale di massimo livello di allerta.
Il vantaggio di questo tasto S.O.S. che si posiziona in zone nascoste, per esempio sotto il bancone o la cassa, è quello di avvisare la Centrale Operativa in tempo reale.
Il segnale è silenzioso per non destare sospetti nel rapinatore e arriva direttamente in Centrale Operativa che si mette in ascolto silenzioso per capire cosa sta accadendo. L’ascolto silenzioso avviene tramite il Pannello di Controllo che ha un interfono collegato direttamente alla Centrale. Inoltre, se si dispone di fotocamere e videocamere, è possibile anche ricevere immagini e video real time.
Non verranno richieste immagini con scatto di flash, per evitare che questo venga percepito dall’intruso, garantendo così una sicurezza totale.
Le Guardie Giurate, effettuata la verifica in meno di 60”, attivano il protocollo di livello 1 e inviano i soccorsi.

3