Sistema allarme casa: cosa include e come funziona

Hai mai pensato di dotare la tua proprietà con un sistema allarme casa di nuova generazione? Che tu l’abbia fatto o no, questo articolo potrebbe svoltarti davvero la giornata!

0
Esperto Verisure dialoga con i clienti

Hai mai pensato di dotare la tua proprietà con un sistema allarme casa di nuova generazione? Che tu l’abbia fatto o no, questo articolo potrebbe svoltarti davvero la giornata!

Sistema di allarme sicuro per casa tua: ecco cosa scegliere

Dotarsi di un sistema di allarme sicuro è uno dei metodi più efficaci per scoraggiare i malintenzionati a violare la privacy della tua casa o peggio ancora, a svaligiarla. In base ad alcuni dati raccolti dal criminologo Joseph B. Kuhns infatti, uno dei principali fattori che scoraggerebbe un ladro dall’accedere in una casa è proprio la presenza di un antifurto o addirittura la sola vista di un adesivo che ne anticipa la presenza. Il primo posto in questa speciale classifica va alla presenza di persone in casa e alla presenza di rumori all’interno dell’appartamento. 

In soldoni, un ladro potrebbe rinunciare a svaligiare un appartamento in due casi specifici: se qualcuno si trova in casa nel momento del colpo o se è presente un sistema di allarme o qualcosa che lo annuncia come, appunto, un adesivo. 

Perchè installare un sistema di allarme?

Dopo aver letto la nostra rapida introduzione, la risposta alla domanda “Perché installare un sistema d’allarme in casa?” dovrebbe essere abbastanza scontata. Un sistema di allarme infatti ci mette al riparo da ladri e malintenzionati ogni qual volta siamo lontani dalla nostra casa, quando cioè non possiamo in alcun modo controllare ciò che accade o prevenire ciò che potrebbe accadere. Allo stesso modo, un antifurto in casa ci permette di stare al sicuro anche quando siamo all’interno della proprietà, specialmente nel momento di maggior vulnerabilità e cioè di notte, quando stiamo dormendo. 

Installare un sistema di allarme in casa significa:

  • andare in vacanza senza pensieri evitandoci di dare le chiavi alla vicina cortese o a parenti e amici per le verifiche del caso;
  • poter avere in qualsiasi momento il controllo di quanto sta avvenendo; 
  • poter godere di una Centrale Operativa H24 che al minimo allarme allerta le forze dell’ordine; 
  • in definitiva, vivere più sereni al riparo da brutte sorprese. 

Solitamente, prima di prendere una decisione, ciascuno di noi tende ad aspettare che il problema si verifichi, ignorando invece l’importanza della prevenzione. Un sistema di allarme funziona un po’ allo stesso modo: chi è stato vittima di furti domestici, nella quasi totalità dei casi, decide di installare sistemi di allarmi sicuri in casa praticamente il giorno successivo all’evento dannoso e quasi mai prima. 
La domanda che ci si pone a posteriori è sempre la stessa: “E se avessi installato un allarme per tempo, sarebbe accaduto tutto questo?”. La risposta è no, non sarebbe accaduto. Soprattutto in virtù del fatto che oggi la tecnologia ci permette di poter contare su sistemi di allarme casa sempre più sicuri ed innovativi, come ad esempio i dispositivi d’allarme firmati Verisure, azienda leader nel settore della videosorveglianza e degli antifurti domestici. Di quali elementi è composto un sistema di antifurto? Vediamolo nel dettaglio.

Sistema allarme casa sicuro: cosa include?

Un sistema di allarme per la casa è composto solitamente da un pannello centrale parla/ascolta integrato da un pulsante SOS, da sensori di movimento con fotocamere a colori e flash, sensori per porte e finestre in grado di rilevare urti e vibrazioni, lettore di chiavi intelligenti per l’attivazione/disattivazione, sirena ad alta potenza, cartelli dissuasori. 


LEGGI ANCHE: I servizi e le certificazioni dei migliori allarmi casa

Il pannello centrale

Il pannello centrale è il “cervello” che controlla l’intero sistema, possiede un microfono ad alta sensibilità e consente un rapido collegamento con la Centrale Operativa attraverso il pulsante SOS. Non è collegato ad una linea telefonica ma include una scheda SIM che comunica in 3G, in modo criptato. 

La Centrale Operativa

La Centrale Operativa è presidiata da Guardie Giurate e si trova in un contesto di massima sicurezza, è attiva H.24 ed è in grado di identificare in tempo reale quanto sta avvenendo nella proprietà che ha lanciato l’allarme e di attivare di conseguenza il servizio di assistenza. Gli operatori della Centrale hanno dunque il compito di verificare i segnali di allarme ricevuti e di attivare in modo tempestivo tutti gli aiuti del caso. 
La Centrale Operativa è sempre raggiungibile? Assolutamente sì! L’intero sistema si basa infatti sulla tecnologia GSM e comunica in modo crittografato in modo tale da rendere impossibili eventuali tentativi di sabotaggio. A questo si aggiunge l’elemento innovativo del wireless che impedisce di fatto ai malintenzionati di tagliare la linea telefonica a cui normalmente viene collegato un antifurto di tipo standard. 

I sensori di movimento

Se il pannello di controllo è il “cervello”, i sensori di movimento sono “gli occhi” del sistema di allarme, ad essi infatti è demandato il compito di accorgersi delle intrusioni e di spedire le immagini alla Centrale Operativa per l’identificazione dell’intruso. 
L’identificazione è molto accurata grazie all’utilizzo di fotocamere a colori e al flash integrato che garantisce nitidezza anche in situazioni di oscurità. I sensori ci permettono inoltre di seguire tutto quello che accade in casa attraverso il nostro Smartphone
I sensori di porte e finestre (shock sensor) sono invece utilissimi per “fermare” il malintenzionato ancora prima che faccia irruzione in casa, essi infatti sono in grado di registrare colpi, vibrazioni e inerzia. 

Le chiavi intelligenti

Le chiavi intelligenti rappresentano una vera e propria innovazione per i sistemi di allarme casa di ultima generazione, ci danno la possibilità infatti di attivare e disattivare l’allarme con semplicità senza dover imparare a memoria codici impossibili ed inoltre ci permettono di sapere chi entra ed esce dalla nostra abitazione. 
Si tratta di una vera e propria chiave magnetica (ogni kit ne ha fino a 6) da utilizzare come un comune portachiavi che entra in funzione semplicemente avvicinandola alla zona centrale del lettore di chiavi. Dite pure addio quindi ad infiniti numeri da ricordare e ad allarmi che scattano per aver dimenticato uno di essi! 

I cartelli dissuasori

I cartelli dissuasori sono infine i peggior nemici dei nostri nemici: se è vero che le parole fanno male più di uno schiaffo, il cartello dissuasorio ne è la prova provata! Riprendendo infatti quanto abbiamo detto in apertura, un adesivo che annuncia la presenza di un sistema di allarme è uno dei principali motivi per cui un ladro abbandona l’idea di derubarci in casa

Quanto costa un sistema allarme casa?

Un sistema di allarme di questo tipo, con le componenti indicate, prendendo come esempio l’azienda Verisure, ha un costo di partenza di 399€. Come mai non diamo un prezzo preciso? Semplicemente perché ogni casa è diversa e pertanto ha esigenze specifiche: ecco perché le aziende più serie eseguono prima di tutto uno studio di sicurezza per capire quale soluzione meglio si adatta alla tua abitazione. 


0