Smart Working: come cambiano le abitudini in termini di sicurezza in casa

Lavorare in smart working non fa desistere ladri e cybercriminali, che escogitano nuovi sistemi per entrare in azione quando meno te lo aspetti. Scopri come puoi proteggerti!

2
Smart working a casa in totale sicurezza grazie ai dispositivi di antifurto Verisure

Le modalità di lavoro al tempo del Coronavirus si sono trasformate radicalmente rispondendo all’imperativo #iorestoacasa. Il lavoro agile o smart working è diventato l’unico modo per continuare la propria attività, tanto che molte aziende si sono adeguate e riorganizzate in breve tempo per far lavorare i propri dipendenti da casa. Se da una parte lo smart working assicura una business continuity, dall’altra invece può dare spazio a nuove vie per la criminalità.
A questo proposito, quali sono i rischi in termini di sicurezza che si possono nascondere in questi nuovi scenari lavorativi?

Calcola un preventivo per il tuo Allarme

Attenzione alla sicurezza in rete: come difendersi dalle minacce dei cybercriminali

Da una ricerca condotta da Trend Micro risulta che sono aumentati i criminali della rete approfittano proprio della pandemia e del lavoro da casa per cercare di rubare dati sensibili ed entrare nei sistemi aziendali.
L’Italia è uno dei paesi più in difficoltà, dato che si trova al quartoposto nel mondo per attacchi informatici attraverso phishing e malware: gli strumenti più utilizzati dai cybercriminali, infatti, sono le campagne spam e le url maligne. Stando più tempo in casa, quindi, la minaccia di essere vittima di queste azioni criminali è alta.
Ecco alcuni consigli per difendersi:
•naviga attraverso reti e connessioni sicure. Proteggi i tuoi dati e dispositivi portati dall’ufficio utilizzando una WLAN (Wireless Local Area Network) crittografata e una password difficile con combinazioni di numeri, lettere e caratteri speciali. Ricorda di aggiornare di frequente la password;
•aggiorna il software di tutti i dispositivi sia aziendali che personali;
•disattiva tutti gli assistenti vocali intelligenti come Alexa e Siri se sono vicini alla postazione di lavoro. Copri la webcam quando non la utilizzi;
•bisogna avere un collegamento sicuro per far accedere i dipendenti al computer remoto e all’azienda. Per questo molte compagnie configurano una VPN che permette di far veicolare i dati senza che questi possano essere intercettati.

I sistemi di vigilanza Verisure sono operativi per garantire la sicurezza della tua casa

Da quando siamo in questa situazione di emergenza passiamo gran parte del nostro tempo nella nostra abitazione. I ladri da un lato non hanno vita facile, ma dall’altro escogitano altri stratagemmi per compiere furti e truffe: per esempio alcuni si fingono medici o finti operatori sanitari mandati dal Ministero per fare controlli o tamponi, mentre altri si spacciano per fattorini che consegnano mascherine protettive.
Quindi è importante informarsi, evitare di aprire la porta a persone non ben identificate e avere un antifurto casa che includa un pulsante SOS portatile per chiedere aiuto in caso di minacce. Anche un telecomando di emergenza per inviare segnali immediati è un valido strumento di sicurezza.
È necessario affidarsi ad aziende con esperienza che offrono un collegamento diretto con una Centrale Operativa che gestisce l’allarme in pochi secondi e invia i soccorsi necessari. Verisure continua a garantire il suo servizio di Centrale Operativa H24 e inoltre, grazie a sensori di movimento con fotocamere o cam di sorveglianza, è in grado di verificare in tempo reale quello che accade, in modo da avvisare le Forze dell’Ordine.

Modalità parziali dell’allarme Verisure adatte allo smart working

I furti possono avvenire anche stando a casa. Se si ha un allarme bisogna attivare una modalità che permette di isolare alcuni dispositivi. Se sei in smart working, è necessario proteggere la tua casa ma adattando il tuo antifurto alle tue nuove abitudini, non puoi quindi attivare una modalità totale.
Il sistema di antifurto casa Verisure permette di attivare le modalità parziali dell’allarme: notte, giorno e perimetrale. È possibile attraverso il pannello, il lettore chiavi o il telecomando attivare solamente i sensori esterni in modo da potersi muovere liberamente in casa, senza far scattare l’allarme. Questi dispositivi proteggono gli ingressi della tua abitazione. Gli allarmi perimetrali anticipano l’azione dell’intruso, lo rilevano e fanno scattare il segnale prima che il ladro entri. Si tratta di una soluzione ottima per la protezione quando sei in casa.

2