Allarme che continua a suonare: come spegnerlo e perché succede

Se il tuo allarme suona da solo e senza sosta, la prima cosa da fare è capire la causa: potrebbe essere un blackout o un falso allarme dovuto ai sensori. In questo articolo ti spieghiamo i passaggi per spegnerlo e come evitare che succeda di nuovo!

Hai bisogno di un allarme? Calcola ora il tuo preventivo gratuito

Come spegnare allarme che continua a suonare

Un temporale, fulmini che cadono in prossimità della nostra casa, il blackout elettrico ed allarmi che impazziscono in tutto il quartiere: quante volte è capitato proprio a te di avere in casa un allarme che continua a suonare ingiustificatamente con nessuna idea di come fare per spegnerlo? Ti stai chiedendo cosa fare se suona l’allarme di notte senza sosta? 

Sono diverse le cause dei falsi allarmi; in questo articolo cerchiamo di capire come spegnere un allarme che continua a suonare e, più semplicemente, come fare per evitare che inizi il dramma 🙂 

ALLARME CHE CONTINUA A SUONARE IN CASO DI BLACKOUT 

Se il vostro impianto d’allarme è di tipo filare e collegato alla corrente elettrica, un blackout elettrico potrebbe far scattare le sirene esterne, per buona pace dei vostri vicini. 

Se questo dovesse accadere, esistono dei rimedi veloci che ci consentano di spegnere l’allarme? La risposta purtroppo è no, non esiste un rimedio particolarmente veloce! 

COME DISATTIVARE L’ALLARME QUANDO VA VIA LA CORRENTE

Le cose che potresti fare, se il tuo impianto lo prevede, sono:

  • mettere in modalità manutenzione la centralina
  • cercare l’interruttore di on/off o di servizio 
  • scollegare la batteria della sirena, ma probabilmente questo è un metodo che non potrai eseguire in autonomia

COME PREVENIRE LO SCATTO DELL’ALLARME DURANTE I BLACKOUT

La soluzione più semplice da intraprendere in questi casi è la prevenzione! Puoi fare 3 cose:

  • Manutenzione delle batterie
  • Scelta di un impianto di allarme wireless
  • Eliminare le sirene esterne

Vediamole una per una.

Nel caso di blackout elettrico, 9 volte su 10 il guaio lo creano le sirene e più precisamente le batterie delle sirene. Le batterie delle sirene si autoalimentano con l’elettricità della centrale e se non sono in perfette condizioni o il loro ciclo di vita è quasi esaurito, è probabile che nel momento in cui viene meno l’alimentazione elettrica, inizino a suonare. Come risolvere? Intervenendo direttamente sulle batterie dell’impianto ovviamente, cercando quindi di fare una manutenzione costante e accurata, soprattutto se si tratta di un impianto di vecchia generazione. 

La soluzione numero 2, e forse quella più definitiva, è scegliere un sistema di allarme casa senza fili. In questo caso infatti, le sirene esterne non avranno più bisogno di un’alimentazione a corrente e continueranno a svolgere la loro regolare funzione anche in assenza di elettricità. 

Infine un’altra soluzione potrebbe essere quella di scegliere per il proprio impianto delle sirene interne e sostituire quelle esterne con i sensori di movimento perimetrali. Le sirene esterne infatti, se dovessero malfunzionare spesso, potrebbero causare disturbi della quiete pubblica facendoti rischiare una brutta denuncia. Le sirene da interno più evolute, come ad esempio quelle proposte da Verisure nei suoi kit di allarme senza fili, hanno dalla loro la possibilità di essere regolate nel livello sonoro, hanno un timing di suono post scatto fissato a 180 secondi e sono ovviamente wireless. 

PER APPROFONDIRE: Tipologie sirena allarme casa

ALLARME CHE SUONA PER FALSO ALLARME DEI SENSORI

Un altro tipico falso allarme dei sistemi di sicurezza domestica è dato dal non corretto funzionamento dei sensori di movimento o dei sensori esterni. Come sappiamo, i sensori hanno il compito di individuare presenze all’interno della nostra casa o dei nostri spazi esterni. La scelta di sensori di movimento e sensori esterni deve pertanto essere molto accurata anche per prevenire eventuali falsi allarmi. 

I casi più frequenti di falso allarme dei sensori sono essenzialmente due: 

  • eventi della natura molto potenti
  • presenza di animali 

Forti temporali, nebbia, grandine e piccoli animali possono indurre i sensori a ritenere che ci sia una situazione di pericolo e dunque a far scattare l’allarme, questo perché la loro alta sensibilità potrebbe fargli confondere gli spostamenti di aria come movimenti, gli animali come persone. Come ovviare al falso allarme in questi casi? 

COME SPEGNERE LA SIRENA DOPO IL FALSO ALLARME

Le operazioni da eseguire nel caso i sensori attivino l’allarme senza motivo sono di norma contenute nel manuale utente del prodotto. Il più delle volte però, soprattutto in una situazione di “fretta” e panico, cercare di interpretare istruzioni molto tecniche può diventare una vera impresa. A maggior ragione per un impianto di sicurezza, con l’allarme sonoro che ti confonde le idee, sarà molto difficile trovare la soluzione in tempi brevi. Per prima cosa, quindi: mantenere la calma!

Un consiglio rapido, se il tuo impianto lo consente, può essere quello di escludere dall’area di sorveglianza la zona “allarmata” direttamente dalla Centralina  del sistema. 

In alternativa dovresti provare a togliere le batterie dei tuoi sensori, rischiando però di ottenere il risultato opposto: i sensori infatti potrebbero rilevare un tentativo di manomissione peggiorando di fatto la situazione d’allarme.

E SE L’ALLARME SUONA QUANDO SONO LOMTANO DA CASA?

Queste due soluzioni, va da sé, sono applicabili soltanto se ti trovi in casa, cosa potresti fare invece, se ti trovassi lontano da casa e la sirena del tuo allarme iniziasse a suonare? Chi potrebbe eseguire uno di questi interventi per staccarla? Finirai per infastidire il vicinato senza motivo se si tratta di un falso allarme mentre se si tratta di una reale intrusione, chi andrebbe a controllare che sia tutto ok? Se non lo fa nessuno, a cosa sarebbe servito il  suono incessante della sirena? 

Chi potrebbe eseguire uno di questi interventi per staccarla? Finirai per infastidire il vicinato senza motivo se si tratta di un falso allarme mentre se si tratta di una reale intrusione, chi andrebbe a controllare che sia tutto ok? Se non lo fa nessuno, a cosa sarebbe servito il  suono incessante della sirena? 

Il kit di allarme proposto da Verisure risolve entrambe le situazioni: falso allarme o reale allarme che sia, grazie all’intervento umano offerto dalla sua Centrale Operativa, la sirena smetterà di suonare.

Appena scatta l’allarme, infatti, le Guardie Giurate della Centrale Operativa Verisure si connettono in tempo reale all’impianto del cliente, spengono la sirena ed effettuano un doppio controllo  immagini + audio dell’evento per capire se si tratta di una reale intrusione o di un falso allarme.

Il vantaggio è quindi duplice: interrompere il prima possibile il fastidioso suono della sirena e intervenire in caso di necessità reale, allertando le Forze dell’Ordine e inviando Guardie sul luogo. 

COME PREVENIRE FALSI ALLARMI DEI SENSORI

Per scongiurare il rischio di falso allarme occorre scegliere sensori di movimento e sensori esterni di nuova generazione, possibilmente a doppia tecnologia e integrati con la fotocamera.

Questa tipologia di sensori infatti riduce al 99% il rischio di falsi allarmi perché combina la rilevazione a infrarossi con quella a microonde, restituendo una precisione di monitoraggio più elevata.

La fotocamera poi consente ai sensori di scattare in tempo reale sequenze di immagini nitide anche in casi di oscurità che accertano senza possibilità di dubbio la presenza o meno di persone estranee. 

PER SAPERNE DI PIÙ: Barriere d’allarme perimetrale innovative

Negli impianti di allarme di questo tipo più evoluti, come quelli di Verisure, le immagini possono essere verificate dal cliente tramite Smartphone e dalle Guardie Particolari Giurate della Centrale Operativa Verisure.

Queste ultime si occupano di verificare in tempo reale se quanto sta accadendo in casa o nello spazio esterno sia un tentativo di intrusione o meno. 

In caso di pericolo, la Centrale Operativa invia Guardie Giurate sul posto e allerta Forze dell’Ordine e soccorsi sanitari.  

Poter contare su un sistema di controllo di questo tipo ti consente di “sventare” i falsi allarmi ma soprattutto di avere qualcuno al tuo fianco H24 in grado di aiutarti nelle situazioni di pericolo. 

PREVENZIONE E MANUTENZIONE: LA SOLUZIONE DEFINITIVA AGLI ALLARMI IMPAZZITI

Ormai dovrebbe esserti chiaro è il fatto che non esiste un sistema di allarme per la casa immune al 100% dai falsi allarmi. La buona notizia però è che esistono sistemi di allarme capaci di eliminare il 99,9% dei falsi allarmi. Come? Grazie all’unione di tecnologie innovative e della componente umana.

È questo il caso degli impianti di allarme collegati in tempo reale con una Centrale Operativa dedicata, il cui compito è quello di verificare nell’immediato cosa sta realmente accadendo in casa. Il fattore umano in questo caso è il vero valore aggiunto perché riesce a neutralizzare eventuali malfunzionamenti meccanici dei sistemi di allarme. 

Uno dei temi fondamentali da tenere a mente è quello della manutenzione, soprattutto per sistemi di allarme di vecchia generazione. Uno dei casi più frequenti di falso allarme infatti, come abbiamo visto, è direttamente proporzionale al cattivo funzionamento della batteria dei componenti. Se una batteria non viene cambiata quando sta per terminare il suo ciclo di vita (generalmente ogni 3 anni) o non viene controllata regolarmente, può causare sia l’interruzione del funzionamento dell’allarme. Se esaurita del tutto, sia far scattare il suono in modo improprio se difettosa. 

Il consiglio finale è dunque quello di scegliere sempre impianti di allarme prodotti da aziende che prevedono servizi di manutenzione frequenti e puntuali perché, come per ogni altro aspetto della vita, la prevenzione resta sempre il metodo più sicuro per evitare problematiche di ogni tipo. 

Hai bisogno di un allarme? Calcola ora il tuo preventivo gratuito