Statistiche sui furti nelle attività commerciali: 1 furto ogni 6 minuti

Aprire un negozio è sempre stato il tuo sogno ma hai paura che i ladri bussino troppo spesso alla tua porta? Scopri i metodi di difesa più usati dai commercianti.

0

L’ufficio studi della Cgia di Mestre ha realizzato un’indagine sui furti in Italia. Il risultato non è dei migliori: nel nostro paese avviene un furto ogni sei minuti, 10 ogni ora e 246 al giorno nelle attività commerciali e nelle botteghe artigiane. Questi dati sono stati ottenuti sulla base delle 90 mila denunce presentate in Italia. Quindi le cifre sono preoccupanti, considerando il fatto che molti negozianti si rifiutano di denunciare i furti subiti.
I furti in negozio provocano perdite elevate, parliamo di 4,8 miliardi di costo annuo, secondo il rapporto Retail Security in Europe. Going beyond Shrinkage condotto da Crime&tech nel 2019.

Calcola un preventivo per il tuo Allarme

Dove si ruba di più: Milano, Firenze e Bologna

Dalle statistiche dei furti, rispetto ai dati del Ministero dell’interno, le città più colpite risultano essere: Milano con 10.969 denunce ogni 100 mila abitanti, al secondo posto Firenze con 3.196 seguita da Bologna con 3.132.
Oltre al classico “prendi e scappa”, i metodi più utilizzati sono la rottura di etichette/placche antitaccheggio e l’uso di borse schermate. I commercianti dichiarano che i furti avvengono di solito ad opera di micro-bande specializzate.
Le profumerie, gli alimentari e i negozi di abbigliamento sono le tipologie di attività che subiscono più furti.

Come si proteggono i negozianti?

Le misure di sicurezza più adottate sono la videosorveglianza, i sistemi di allarmi e le guardie non armate.
La videosorveglianza e le telecamere di sicurezza sono molto comuni nelle attività commerciali perché permettono un controllo continuo e hanno anche un effetto deterrente perché i malviventi hanno paura di essere identificati.
Inoltre, se le telecamere sono wireless e collegate ad un’App è possibile controllare cosa accade anche a distanza e richiedere video o registrazioni.
Il titolare non sempre è presente nella sua attività e in questo modo può verificare dal suo cellulare quello che sta avvenendo.
I sistemi di allarme garantiscono una protezione totale perché hanno diverse componenti che coprono i punti vulnerabili del negozio. Per esempio, un allarme di ultima generazione è dotato di sensori per porte e finestre che riescono a individuare il ladro prima che entri, dalle semplici vibrazioni ai tentativi di effrazione. In un buon kit di allarme per business ci sono anche sensori per esterno e interni con fotocamera che, oltre a rilevare il ladro, scattano le foto per identificarlo.

0