Videosorveglianza o videoverifica qual è la differenza?

Non sai più come proteggere la tua abitazione dai continui furti? Scopri sul blog Verisure tutti i consigli relativi a videosorveglianza e videoverifica.

0
Dipendente Verisure al lavoro

La richiesta di telecamere di videosorveglianza è in crescente aumento in Italia.
Nelle attività commerciali le videocamere sono la seconda misura di sicurezza più utilizzata, dopo gli allarmi. Questi dati sono pervenuti dall’indagine realizzata da Verisure in collaborazione con l’Istituto di ricerca Sondea. Molti italiani scelgono la videosorveglianza o la videoverifica anche per proteggere le proprie case: dal 2016 c’è stato un incremento di 5 punti percentuali sull’utilizzo di questa misura di sicurezza.
Questa tematica è cara anche a livello pubblico. Il Governo ha stanziato più di 90 milioni per il finanziamento agli impianti di videosorveglianza esterni in molti comuni italiani per aumentare la sicurezza pubblica.

Calcola un preventivo per il tuo Allarme

Che cosa è la videosorveglianza?

Installare un impianto video è un passo fondamentale per aumentare la propria sicurezza. Avere telecamere o cartelli che avvisano della presenza di un sistema di videosorveglianza scoraggia gli intrusi e i taccheggiatori nei negozi. Quindi sono un potente deterrente e prevengono i furti, inoltre le registrazioni potrebbero servire come prova e consentire l’identificazione del ladro.
Gli impianti di videosorveglianza sono in grado di controllare costantemente in tempo reale abitazioni o attività commerciali e uffici. Scegliere modelli di ultima generazione collegati ad App aumenta la protezione perché permette di vedere i video direttamente su smartphone o tablet.
La videosorveglianza però non presuppone necessariamente un collegamento con le Forze dell’Ordine o gli Istituti di vigilanza. Le telecamere, se non sono collegate ad un sistema di allarme o ad un servizio di sicurezza, non sono in grado di comunicare direttamente e allertare i soccorsi.
Le videocamere di sorveglianza devono:
• Registrare le immagini in alta risoluzione.
• Riprendere in condizioni di poca illuminazione perché spesso i furti avvengono in orari notturni.
• Avere un grandangolo in grado di controllare anche superfici e spazi ampi.
• Rilevare suoni e audio HQ.

Videoverifica come funziona

Non tutti sanno che cosa si intende per videoverifica degli allarmi, una soluzione unica ed efficace che si sta diffondendo nel mercato della sicurezza residenziale e business. È la possibilità di verificare un segnale di allarme tramite un video che permette di capire se si tratta di un’emergenza reale o di un semplice falso scatto. La videoverifica presuppone che il video venga controllato da un team di professionisti.
Per questa ragione è necessario il collegamento ad una Centrale Operativa H24. Il video attraverso una comunicazione crittografata viene immediatamente inviato alle Guardie Giurate le quali controllano cosa sta accadendo e, se necessario, avvisano Forze dell’Ordine o Vigili del Fuoco.
In questo modo si scongiurano più del 95% di falsi allarmi. Il sistema di videoverifica garantisce la precisione di uno scatto allarme, segnalando il rischio e pericolo reale. Questo significa prevenire un furto e rendere più efficiente l’intervento delle Forze dell’Ordine.
Il telecontrollo è più efficace se è integrato in un sistema di antintrusione completo di sensori e fotocamere con tecnologia avanza e collaudata.
L’antifurto e i vari dispositivi non appena rilevano l’intruso fanno scattare l’allarme. Successivamente avviene la verifica per immagini grazie alle fotocamere e il controllo video/audio con le telecamere.
Nel caso di monitoraggio da parte di Guardie Giurate non va tralasciato un aspetto: quello della privacy.
Le telecamere di sicurezza devono inviare le immagini solo quando scatta l’allarme.
Controlla perciò che tutti i dispositivi che acquisti siano conformi alla tutela del diritto alla privacy. Fotocamere di sicurezza e ascolto silenzioso devono essere attivati solo in caso di scatto di allarme verificato. La privacy deve essere garantita e le registrazioni fotografiche e video devono essere accessibili solo tramite accesso con password dal proprio Smartphone, Tablet o Pc.

Telecamere di sicurezza su Cloud

L’evoluzione tecnologica ha fatto un altro passo avanti per la sicurezza e la videoverifica: il cloud.
Foto, video, documenti: ormai è tutto su cloud, si può archiviare virtualmente il “materiale” in questa nuvola per accedere in maniera semplice dovunque ci si trovi.
I sistemi di videosorveglianza di ultima generazione sono su Cloud in modo da caricare e salvare registrazioni e streaming in un ambiente sicuro lontano dalla portata degli intrusi.
Verisure propone la soluzione della Cloud Cam Pro, una telecamera con registrazione video Hd e audio HQ su cloud.
I vantaggi:
• Streaming h24 in alta risoluzione con memoria di archiviazione espandibile.
• Obiettivo quadrangolare e lente di 128º in grado di monitorare una stanza intera, senza l’utilizzo di una seconda videocamera.
• Registrazione intelligente che rivela il movimento e si attiva in tutte le aree o solo in quelle che si ritiene siano più importanti o più sensibili. Grazie al Wide Dynamic Range, che migliora le condizioni visive sfavorevoli, la smart cam è in grado di registrare in spazi bui con ascolto audio per il controllo.
• Video streaming e pre-evento. La Guardia Giurata Verisure, oltre al video real time, ha un doppio schermo nel quale visualizzare un video pre-crimine di 20 secondi antecedenti all’evento. In questo modo si riscostruisce la dinamica e si attiva il protocollo di sicurezza idoneo alla situazione.
• Collegamento con l’App My Verisure. Richiesta video direttamente sullo Smartphone. Se vuoi controllare cosa accade in casa tua puoi attivare le telecamere e vedere tutto in tempo reale. Inoltre ti arrivano notifiche push e avvisi in caso di allarme o emergenza.
• Sistema di backup che ti consente di recuperare in modo facile e veloce le registrazioni di cui hai bisogno.

0